LIFTING


DEFINIZIONE, OBIETTIVI E PRINCIPI


L’invecchiamento del viso  causa una perdita della elasticità della cute associata ad una riduzione fisiologica del tessuto adiposo.

Il risultato morfologico è rappresentato da un eccesso di cute che, seguendo la gravità e quindi la posizione assunta dalla paziente al momento della valutazione, si localizzerà nella porzione bassa del viso quando la paziente è  in piedi, o davanti all’orecchio,  quando la paziente è distesa sul  lettino.
La perdita dei volumi adiposi si manifesterà con l’aspetto del viso scavato ed affaticato.
Le variazioni del peso corporeo della paziente accentuano l’evolvere di queste modificazioni.

Il trattamento dell’invecchiamento del viso si attua in due fasi:

  1. la  preparazione della cute del viso con l’ausilio di peeling cutanei per migliorare lo stato della cute del viso;
  2.  l’intervento chirurgico mirato a mettere in tensione la cute del viso e del sistema musclo-aponevrotico  sottostante associato al ripristino dei volumi adiposi (zigomi,labbra solchi naso genieni) attraverso l’iniezione di acido iauronico o grasso  prelevato dal propio corpo.

Questo secondo gesto puo’ essere effettuato contemporaneamente al lifting o, ancora meglio, a distanza di qualche mese per completare la restaurazione dei profili del viso.
La cicatrice è posizionata davanti all’orecchio, continua dietro l’orecchio proseguendo al margine dei capelli.

La cute del viso è messa in  tensione verso l’alto davanti  all’oreccchio e, verso dietro, sotto l’orecchio per mettere  intrazione  la regione del collo.
La fascia ed i muscoli del collo sono messi in tensione  davanti all’orecchio per ridisegnere il profilo della mandibola e correggerel’aspetto a borsa della  regione mentoniera.

L’intervento, se le condizioni della paziente lo permettono, puo’ essere effettuato in anestesia locale con sedazione.
La durata dell’intervento é di circa tre ore, puo’ essere associato ad altri interventi sul viso come la blefaroplastica o la liposuzione del  mento da effettuare quando la paziente presenta un accumulo importante adiposo nella regione sottomentoniera.
Le ecchimosi del viso e del collo possono riassorbirsi in una settimana /quindici giorni secondo le pazienti.
Le cicatrici rimangono rosse per alcune settimane e davanti le orecchie possono essere coperte con una crema coprente.
L’esposizione al sole deve essere evitata fino a quando le ecchimosi sono sparite.
In media un mese.


I RISCHI


Le complicazioni più importanti sono:

  • L’ematoma, che puo’ insorgere nelle ore seguenti all’intervento, necessita di un ritorno in sala operatoria per cauterizzare il vaso che si é riaperto spesso a causa di modificazioni pressorie legate allo stato di stress della paziente.
  • Rari sono gli ematomi tardivi che sono legati a traumatismi involontari della regione dove sono stati effettuati gli scollamenti.   Queste evenienze sono rarissime dopo un mese dall’intervento.
  • La paralisi di alcuni muscoli della faccia che puo’ essere permanenete. Tale evenienza si manifesta quando si praticano lifting con scollamenti molto importanti e profondi. Possono essere irreversibili.
  • La necrosi cutanea a livello delle cicatrici, é secondaria al danno vascolare secondario a malattie croniche come il diabete o alla nicotina del tabacco. Le/i pazienti  fumatori son ad alto rischio di necrosi cutanee. Tale evenienza causa un ritardo della cicatrizzazione e spesso delle cicatrici non belle e spesse.
  • Il risultato di cicatrici keloidee secondarie ad una complicazione cicatriziale (necrosi) o a una cattiva cicatrizzazione  propria del/la paziente. Un trattamento con cortisone locale puo’ migliorare le cicatrici.

CONVALESCENZA

La stabilità del risultato dipende dalla stabilità del peso della paziente.

L’uso di farmaci antidepressori causa un’alterazione della elasticità della cute e puo’ indurre un rilasciamento precoce della cute del viso.

Il trattamento dermocosmetico post operatorio é importantissimo per il mantenimento del tono e trofismo della cute del viso e quindi del risultato.


GALLERIA DI FOTOS


Prima

Dopo

 

Prima

Dopo

 

Prima

Dopo